Minidischi

(Dancity)/ITA

Progetto modulare, Minidischi, lavora su progetti che coinvolgono le nuove tecnologie nell'ambito musicale, live web streaming, teatro e performance multimediali.
Nel 2001 organizzano lo streaming live del dj set di Joakim da Parigi al Link (Bologna, Italia), attraverso la webradio Tigersushi. Dopo parecchie performance live, il primo set in streaming dei Minidischi è prodotto da Excavation Sonore (Avatar, Quebec) nel 2002: si tratta di una performance suonata da diverse bands da diverse parti del mondo, interagendo ciascuno dalla propria città.

Nel 2004 Minidischi organizzano una futuristica performance interattiva, utilizzando sensori di movimento per Radio Summer School di Siena.
Nel 2005 la band ha aggiunto una colonna sonora elettronica alla performance di Boltansky a Reggio Emilia ed ha suonato in concerto con i Matmos.
Hanno già suonato a diverse edizioni di Homework Festival.
"Le radici sonore dei Minidischi affondano nell'elettronica delle macchine, con derive electro e minimal. L'estetica è quella della ricerca del piacere nel disturbo, del cut & paste in tempo reale e del riciclaggio dei suoni del mondo digitale. La loro macchina sonora è una specie di intona-rumori futurista, dove le manopole, i joystick e i software hanno preso il posto delle leve."
Osvald Hemmebius